AMERICAN GUITAR

 

 

Il 10 Novembre 2015 è uscita la nuova edizione del libro AMERICAN GUITAR originariamente pubblicato dalla casa editrice milanese Gammalibri nel 1982.

Sul retro della copertina della versione originale di AMERICAN GUITAR si legge quanto segue:

 

“Lo scopo di questo libro, che si propone come qualcosa di molto diverso dai numerosi manuali per imparare il “fingerpicking”, è quello di rintracciare, se possibile, una sorta di “estetica” per la chitarra acustica Americana contemporanea che vada oltre la banalità del tecnicismo, dei “revival” passeggeri, di ogni aspetto marcatamente consumistico, e di delineare in modo esauriente lo sviluppo della “contemporary guitar” verso forme nuove e distinte da quella stessa tradizione “folk” che le ha generate, accomunando a chitarristi celeberrimi e conosciuti oggi anche presso un pubblico non specializzato, altri strumentisti, autori di opere di valore, poi scomparsi per un motivo o per l’altro dalla scena musicale attiva.


Inevitabile, quindi, una riconsiderazione attenta e critica del senso e della funzione del “revival” della musica tradizionale verificatosi negli ultimi 15/20 anni, oltre all’intenzione di separare generi musicali che, pur avendo in comune l’uso prevalentemente strumentale della chitarra acustica, sono ben distinti e talvolta antitetici.

Sia per questi motivi, che per la presenza di trascrizioni irreperibili altrove, questo studio riempie comunque un vuoto, non esistendo nulla di simile, a tuttora, né in Italia né negli Stati Uniti.”

 

All'inizio degli anni 80, dopo avere ricercato e studiato per vari anni gli stili strumentali di vari chitarristi acustici americani che avevano sviluppato idee e lavori originali ispirati alle forme tradizionali, Maurizio Angeletti ha scritto AMERICAN GUITAR, pubblicato nel 1982 dalla casa editrice milanese Gammalibri. A più di 30 anni dalla sua uscita, il libro rimane l’unico studio esistente a livello mondiale che tenta di ravvisare un contesto omogeneo e comune ad un intero movimento di chitarristi statunitensi, accomunati da tratti stilistici e tecnici e da paralleli contenuti musicali, attivi in un periodo che va dagli anni eroici della Takoma Records con gli innumerevoli capolavori di John Fahey, Peter Lang, Robbie Basho e Leo Kottke, alle raffinate produzioni successive della Windham Hill Records con i primi lavori di William Ackerman, Alex De Grassi, Robbie Basho, Daniel Hecht e Michael Hedges. Il libro viene tuttora ricordato per avere offerto una visione di questi musicisti come di un intero movimento estetico-musicale e per avere introdotto al pubblico italiano molti chitarristi a quei tempi sconosciuti.

 

Per molti anni fuori catalogo, e rimesso ora in circolazione dalla DURANGO EDIZIONI, AMERICAN GUITAR rimane una testimonianza preziosa di una fase della vita musicale italiana in cui molti musicisti e appassionati di musica per chitarra scoprirono chitarristi oggi riconosciuti come figure storiche.

 

La nuova versione contiene una lunga Introduzione che commenta sul libro a 33 anni dalla sua prima uscita, il capitolo "Approfondimenti" con una sitografia per una ricerca ulteriore sugli sviluppi che ogni musicista trattato ha avuto nei tre decenni passati e con importanti cenni bibliografici, e una Appendice (The Making of American Guitar).

 

Il libro è disponibile nelle maggiori librerie online internazionali ma può anche essere scaricato direttamente da DURANGO EDIZIONI (http://www.durangoedizioni.it/).

© Maurizio Angeletti, 2018